Loading icon Loading

I prezzi dei coils laminati a caldo in Europa sono scesi e gli operatori di mercato sono sempre più convinti che il mercato sia destinato a subire un significativo ribasso.

Mentre diverse acciaierie hanno offerto i coils a 1.300 euro/ton exw, alcune offerte sono arrivate fino a 1.280 euro/ton exw. Nonostante ciò, la maggior parte degli acquirenti ha cercato di pagare prezzi più vicino ai 1.200 euro/ton exw.

Le contrattazioni sono rimaste scarse, con i compratori che hanno adottato un approccio attendista. La domanda degli utenti finali è debole e i livelli delle scorte sono abbastanza alti da dare ai compratori flessibilità sugli acquisti.

Mentre alcuni mercati finali dovrebbero mostrare una miglioramento della domanda dalla seconda metà di maggio in poi, le prospettive per l’industria automobilistica chiave non sono state rosee, con alcuni che ora prevedono che non si riprenderà fino alla fine dell’anno al più presto. Il settore è stato limitato da una carenza di microchip e altri componenti, questi ultimi principalmente a causa delle conseguenze dell’invasione russa dell’Ucraina.

Oltre al rallentamento del consumo sottostante, i compratori sono anche consapevoli che le acciaierie risultano sotto pressione per ridurre i prezzi, e questa aspettativa si aggiunge alla mancanza di interesse di acquisto immediato.

Al contrario, l’incertezza sul costo dell’energia e delle materie prime, in particolare dopo che la Russia ha interrotto le forniture di gas alla Polonia e alla Bulgaria questa settimana, potrebbe smorzare la volontà delle acciaierie di ridurre i prezzi.

Le acciaierie hanno rallentato i tassi di produzione e potrebbero cercare di esportare il materiale, anche se a prezzi sostanzialmente inferiori ai livelli interni. Tuttavia, le alte tariffe di trasporto potrebbero mettere maggior pressione ai prezzi.

Il materiale proveniente dal Giappone, dalla Corea del Sud e da Taiwan è disponibile a 1.000-1.050 euro/ton, ma con tempi di consegna di settembre. Le offerte dall’India sono state sentite a 1.000-1.030 euro/ton cfr Nord Europa.