Il dollaro americano sembra in ripresa rispetto all’euro, al renminbi e alle altre principali valute (Jby,Gbp, Cad, Sek e Chf – riassunte nel dollar index).

Analizzando graficamente proprio quest’ultimo grafico, su base settimanale, le quotazioni hanno ripreso a salire dal supporto fondamentale in area 89,50, tornando verso la parete superiore dell’attuale box laterale in area 93,55. L’evidente divergenza positiva dell’indicatore MACD suggerisce un rallentamento del trend negativo partito da marzo 2020. Tuttavia sarà necessario un superamento proprio di quota 93,55 per decretarne la ripartenza nel medio termine.

Situazione simile anche per il dollaro americano rispetto alla valuta cinese (Usd/Cny).

Su base mensile è possibile osservare come i prezzi siano sempre rimbalzati dal supporto dinamico offerto dalla tendenza rialzista avviata dai minimi del settembre 2014. Proprio nel mese di giugno si può osservare l’ultimo rimbalzo dei prezzi da questi livelli (penultima candela bianca). A livello settimanale si osserva anche una divergenza positiva sul MACD, che suggerisce un rallentamento della discesa innescata dai massimi del maggio 2020 (come per il dollar index).

Al contrario, la forza del dollaro rispetto all’euro si è scontrata con la tendenza rialzista avviata dai minimi del novembre 2020, con un terzo tentativo per l’euro di recuperare terreno.

Cosa ci dicono tutte queste informazioni riferite ai metalli industriali?

Che molto probabilmente il dollaro, se dovesse superare determinati livelli, potrebbe tornare in forza, con un impatto negativo sui metalli industriali (strumenti quotati in $). Tuttavia, la forza del $ potrebbe trovare una decisa resistenza dal fronte domanda, che attualmente risulta particolarmente alta, soprattutto sul comparto materie prime.

Sicuramente sarà importante osservare il movimento del dollaro americano espresso dagli strumenti Dollar Index e Dollaro americano/Renminbi e monitorare eventuali segnali rialzisti inviati dai prezzi, tenendo sotto controllo l’effetto che potrà avere sul comparto metalli industriali (nel caso di forza del dollaro i prezzi delle materie prime dovrebbero scendere a meno che la richiesta di questo settore sia decisamente forte).

Le nostre stime dei prezzi sul mercato industriale sono riservati agli abbonati. prova gratuitamente il nostro servizio


Apri la chat