Loading icon Loading

2 min read

L’impianto, che alla fine di febbraio 2019 è stato messo in manutenzione per più di tre anni, raggiungerà la sua piena capacità entro marzo 2023, producendo in media 1.800 tonnellate al mese di catodo di rame e 300 tpm di idrossido di cobalto.

Il riavvio della produzione di idrossido di cobalto presso Boss Mining aggiungerà ulteriore offerta a un mercato in cui la domanda, soprattutto nel settore chimico e dell’elettronica di consumo, è debole.

La domanda nei settori della chimica e dell’elettronica di consumo rimane debole, con gli operatori del mercato che dispongono di scorte sufficienti e operano in una modalità di attesa.

Ci si attende una continua disponibilità di forniture sia dalla RDC che dall’Indonesia per tutta la prima metà del 2023. Le ultime previsioni sulla domanda e l’offerta tengono conto anche dell’ulteriore fornitura di cobalto attraverso le operazioni di nichel matte in Indonesia, un’area che potrebbe fornire 2.000-3.000 tonnellate all’anno di cobalto aggiuntivo al mercato come sottoprodotto.

Si stima un surplus di 5.000 tonnellate di cobalto per il 2022 e si aspetta che questo surplus aumenti a 15.000 tonnellate nel 2023. Il cobalto ha messo a segno un buon rimbalzo nell’ultima sessione, registrando un +10,25% rispetto ai prezzi della settimana precedente, chiudendo a 49.230 euro/ton.

Per quanto riguarda il rame, il prezzo a tre mesi al London Metal Exchange risulta in decisa salita oggi martedì 13 dicembre del 2,80% a quota 8.600 dollari/ton. In marzo e aprile aveva superato i 10.000 dollari per tonnellata. Oggi si trova tuttavia in fase di decisa spinta contro la prima resistenza cruciale in area 8.600 dollari/ton, media mobile a 200 giorni che potenzialmente potrà superare al rialzo, sviluppando ascese decise verso i successivi target in zona 9.000 dollari/ton in prima battuta.

La chiusura di Boss Mining ha permesso a ERG e Gécamines di valutare diversi percorsi di investimento e di condurre ulteriori studi sull’economia e la sostenibilità dell’operazione.

Riconoscendo che l’attività mineraria svolge un ruolo fondamentale per il miglioramento sociale ed economico delle comunità che la ospitano, ERG intende sviluppare e scalare le operazioni di Boss Mining in modo sostenibile per consentire risultati positivi a lungo termine in termini sociali, ambientali ed economici.