Loading icon Loading

In vista dell’espansione del mercato della soda caustica a livello globale, la Gujarat Alkalies and Chemicals (GACL), con sede a Vadodara, sta per aumentare la sua attuale capacità installata, pari a circa 520.000 tonnellate metriche all’anno (MTPA), portandola a circa 900.000 MTPA entro la fine del 2022 attraverso l’espansione dell’unità esistente e un progetto greenfield.

La società quotata in borsa, di proprietà del governo del Gujarat, sta aggiungendo una capacità di 190.800 MTPA al suo attuale impianto di soda caustica da 282.600 MTPA situato a Dahej, nel Gujarat meridionale, attraverso un progetto di espansione da 5.500 milioni di euro. “Prevediamo di mettere in funzione il progetto di espansione dell’impianto di Dahej entro ottobre di quest’anno”, ha dichiarato Harshad Patel, amministratore delegato di GACL. Inoltre, la società possiede anche un impianto da 225.000 MTPA a Vadodara.

Oltre all’espansione dell’impianto di soda caustica di Dahej, GACL sta costruendo un impianto di soda caustica green field con una capacità di 290.000 MTPA e una centrale elettrica vincolata da 130 MW in una joint venture (JV) con la National Aluminum Company (NALCO) vicino all’attuale impianto di Dahej di GACL. Il controllo della JV GACL-NALCO Alkalies & Chemicals (GNAL) rimarrà esclusivamente a GACL.

Per il progetto da 20.000 milioni di rupie, GACL e NALCO hanno contribuito in un rapporto di 60:40, attingendo ai rispettivi fondi interni. Gli importi restanti sono stati reperiti da vari finanziatori. Il GNAL dovrebbe diventare pienamente operativo entro dicembre di quest’anno, ha dichiarato l’amministratore delegato di GACL.

Attualmente, GACL detiene una quota di circa l’11% della produzione totale di soda caustica in India, ha dichiarato Patel, aggiungendo che, grazie alla capacità aggiuntiva, l’azienda prevede di raggiungere una quota di quasi il 20% nella produzione di soda caustica entro la fine dell’anno finanziario in corso.

La domanda di soda caustica è elevata sia nei mercati nazionali che in quelli di esportazione. Secondo fonti industriali, l’aumento della domanda da parte dei settori tessile e dell’allumina, dovuto ai crescenti investimenti in questi settori, dovrebbe guidare la domanda complessiva di soda caustica in India. Secondo i dati dell’Associazione dei Produttori di Alcali dell’India (AMAI), la capacità installata di soda caustica in India è di 476.3000 tonnellate all’anno alla fine dell’anno fiscale 21. Durante l’anno l’utilizzo della capacità è stato superiore al 75%. Tuttavia, l’utilizzo della capacità di GACL è stato quasi del 100%.

Oltre a GACL, Shriram Alkali & Chemicals, Grasim Industries, Nirma, Aditya Birla Group, DCM Shriram, Nirma e Reliance Industries sono i principali attori nella produzione di soda caustica in India.

La soda caustica è una sostanza chimica inorganica, fortemente alcalina e inodore, che trova applicazione in diversi settori, quali la produzione di pasta di cellulosa e carta, filati di viscosa, fibre in fiocco, alluminio, tessuti, saponi e detergenti, coloranti, farmaci e prodotti farmaceutici, raffinazione del petrolio e trattamento delle acque.