Loading icon Loading

Il presidente ad interim Mamady Doumbouya ha dichiarato che i partner della miniera di minerale di ferro di Simandou in Guinea hanno 14 giorni di tempo per finalizzare una joint venture.

La Guinea è diventata sempre più insofferente nei confronti delle società che controllano il gigantesco giacimento di Simandou, che non è stato sviluppato da quando, 25 anni fa, Rio ha ottenuto una licenza di esplorazione.

A marzo, la giunta al potere ha firmato un accordo con Rio e WCS in base al quale le aziende avrebbero collaborato alla costruzione di una ferrovia di 670 chilometri e di un porto per portare il minerale di alta qualità di Simandou sul mercato.

Doumbouya ha affermato che da allora i progressi non sono stati sufficienti. Le autorità guineane avevano già avvertito che le compagnie rischiavano di perdere le licenze minerarie se non avessero rispettato i tempi stretti di costruzione del progetto Simandou.