Loading icon Loading

Il progetto Elk Creek di NioCorp Developments, nel sud-est del Nebraska, può essere considerato la seconda più grande risorsa di terre rare degli Stati Uniti, seconda solo al giacimento di terre rare Mountain Pass di MP Materials.

La scoperta fa seguito a uno studio di fattibilità aggiornato in cui gli elementi delle terre rare sono stati valutati come un potenziale sottoprodotto dell’estrazione di niobio, titanio e scandio; pertanto, i valori stimati degli ETR sono riportati utilizzando il rendimento netto da fonderia diluito precedentemente determinato e derivato dalle risorse minerarie di Nb2O5, TiO2 e scandio.

Secondo lo studio di fattibilità del 2022, il progetto Elk Creek contiene una stima di 632,9 chilotonnellate di ossidi totali di terre rare nella categoria delle risorse minerarie indicate. Secondo i dati del Servizio Geologico degli Stati Uniti, questo dato colloca la risorsa mineraria di Elk Creek dietro al deposito Mountain Pass della MP Materials negli Stati Uniti, ma davanti a tutti gli altri progetti attuali di terre rare in termini di TREO contenuto in una risorsa di terre rare NI 43-101 con classificazione indicata o superiore.

La società ha sottolineato che lo studio di fattibilità del 2022 ha anche mostrato che, oltre a gradi relativamente elevati di niobio, scandio e titanio, la risorsa mineraria di Elk Creek contiene varie quantità di tutti gli ETR.

Esiste la possibilità che gli ETR della NioCorp vengano estratti, frantumati e messi in soluzione come parte del processo che la NioCorp intende utilizzare per produrre i suoi prodotti primari di niobio, scandio e titanio, una volta assicurato il finanziamento del progetto. A seconda dell’esito dei test metallurgici sui tassi di recupero degli ETR dal minerale di Elk Creek, attualmente in corso presso un impianto dimostrativo in Quebec, e della garanzia del necessario finanziamento del progetto, la NioCorp potrebbe produrre terre rare separate come sottoprodotto, ottenendo un vantaggio competitivo rispetto ad altri progetti di terre rare.

Alla luce di questi risultati, l’azienda con sede in Colorado intende commissionare una nuova relazione tecnica sul progetto Elk Creek, in conformità con la norma NI 43-101.

Lo studio di fattibilità del 2022 ha mostrato che la risorsa mineraria indicata di Elk Creek comprende 632,9 kt di TREO, compresi i singoli ossidi di terre rare:

  • 26,9 kt di praseodimio;
  • 98,9 kt di neodimio;
  • 2,3 kt di terbio;
  • 9,1 kt di disprosio;
  • 970,3 kt di ossido di niobio;
  • 11.337 tonnellate di ossido di scandio;
  • 4.221 kt di ossido di titanio.