Loading icon Loading

La produzione cinese di stagno raffinato dalle principali fonderie è aumentata del 14,4% nel mese di aprile rispetto al mese precedente, poiché la maggior parte delle aziende ha ripreso il processo produttivo.

Venti fonderie, che rappresentano il 97% della capacità totale della Cina, hanno prodotto 15.464 tonnellate di stagno raffinato il mese scorso, rispetto alle 15.022 tonnellate di marzo, con un aumento dello 0,4% rispetto ad aprile 2021.

Il balzo è stato sostenuto principalmente dalla Cina meridionale, la cui produzione in aprile è salita del 109% rispetto al mese precedente. L’epidemia di COVID-19 dello Yangtze ha avuto un impatto limitato sulla produzione di stagno, ma ha provocato un eccesso di offerta a causa della debole domanda a valle.

Ci si attende che il consumo riprenda gradualmente a maggio con la produzione di stagno che potrebbe salire a 160.000 tonnellate questo mese.