Loading icon Loading

ArcelorMittal ha annunciato che investirà 300 milioni di euro nella costruzione di una nuova unità di acciaio presso il sito di Mardyck, nel nord della Francia. L’impianto , che entrerà in funzione nel 2024, avrà una capacità produttiva annuale fino a 200.000 tonnellate di acciaio ad alta resistenza, in spessori compresi tra 0,2 mm e 0,35 mm. La società ha anche rivelato che prevede di sostituire un forno ad ossigeno di base in funzione nel suo vicino stabilimento di Dunkerque, alla fine del 2023.

Inoltre, ArcelorMittal prevede di installare una nuova linea di trattamento termico nello stabilimento di Dąbrowa Górnicza, in Polonia. L’attrezzatura consentirà la lavorazione di rotaie temprate in testa lunghe 120 metri, che saranno conformi ai più recenti standard internazionali. Il progetto dovrebbe essere completato nel 2023.

L’acciaieria italiana Cogne Acciai Speciali conferma che nel corso di quest’anno ammodernerà la linea di laminazione delle barre di acciaio inossidabile presso il suo stabilimento di Aosta. Il progetto consentirà di ridurre i costi operativi e di aumentare la potenza disponibile per il laminatoio, migliorandone l’efficienza complessiva.

Pacific Steel Group ha annunciato che costruirà un micro laminatoio per tondini a Mojave, in California. L’azienda sta investendo 350 milioni di dollari nel progetto, che sarà alimentato da fonti di energia rinnovabile. Il sito avrà una capacità produttiva annuale di 380.000 tonnellate quando sarà messo in funzione, all’inizio del 2025.

Xilin Steel, una sussidiaria del gruppo cinese Jianlong, ha commissionato una nuova linea di laminazione a caldo presso il suo stabilimento di prodotti lunghi di Yichun, nella provincia di Heilongjiang. Il nuovo impianto produce tondo per cemento armato con diametri compresi tra 12 e 16 mm, a un ritmo di 1,6 milioni di tonnellate all’anno.

Zenith Steel ha completato il lavoro sul primo altoforno della sua acciaieria di Nantong, nella provincia di Jiangsu. L’unità, installata come parte del programma di trasferimento di capacità dell’azienda, può fondere due milioni di tonnellate di ferro all’anno. Altri due forni, con una produzione annuale combinata di quattro milioni di tonnellate, dovrebbero andare on line quest’anno. Un laminatoio di barre con una resa annuale di 600.000 tonnellate è stato anche recentemente commissionato

Un impianto per lamiere ad alta resistenza è recentemente entrato in funzione nello stabilimento di Guangsheng New Material, nella provincia di Guanxi. Produce lastre d’acciaio con una resistenza alla trazione fino a 1.300 MPa, ad un ritmo di 500.000 tonnellate all’anno. Il materiale prodotto sarà utilizzato principalmente nella fabbricazione di macchinari pesanti per l’edilizia e l’industria mineraria.

Nuova linea di laminazione a caldo recentemente commissionata da Jiangsu Delong Nickel, situata nel suo complesso di acciaio inossidabile di Liyang City. Il nuovo impianto ha la capacità di produrre fino a 6 milioni di tonnellate all’anno, il che lo rende la più grande linea di produzione di nastri di laminazione continua di questo tipo al mondo. Il progetto è costato quasi 750 milioni di dollari. Anche la capacità di laminazione a freddo del sito è in fase di espansione, con piani in atto per raggiungere alla fine una produzione annuale di 5 milioni di tonnellate di acciaio inossidabile ad alte prestazioni.

Come parte del suo programma di sostituzione della capacità, Shanxi Taigang Stainless Steel prevede di costruire un nuovo forno ad arco elettrico da 90 t con una linea associata di colata e laminazione di precisione, in uno dei suoi impianti esistenti, a Taiyuan. L’impianto sarà in grado di produrre fino a 700.000 tonnellate di bobine di acciaio inossidabile delle serie 300 e 400 all’anno.