Il fondo di private equity londinese Appian Capital sarebbe in trattative avanzate per vendere la sua unità Atlantic Nickel in Brasile per circa 1 miliardo di dollari, con la canadese Teck Resources (l’azienda non ha commentato).

Il principale interesse della società canadese è la miniera di nichel-cobalto a cielo aperto Santa Rita di Atlantic Nickel, nello stato nord-orientale di Bahia.

Una delle più grandi miniere di solfuro di nichel a cielo aperto del mondo, la Santa Rita è stata gestita da Mirabela Nickel per sei anni, prima di essere messa in “cura e manutenzione” a causa dei bassi prezzi del nichel nel 2015.

Appian, che ha acquisito la miniera nel 2018 da Mirabela Nickel nell’ambito di un processo fallimentare, starebbe cercando di recuperare il capitale investito per riportare online la miniera.

Le operazioni a cielo aperto, che dovrebbero durare fino al 2028, hanno una capacità produttiva annuale stimata di 16.5ktpa di nichel in concentrato di solfuro. Santa Rita sarà poi trasformata in un’operazione mineraria sotterranea, estendendo la vita della miniera da otto a 34 anni.

Sulla base di una valutazione economica preliminare (PEA) per Santa Rita pubblicata un anno fa, le risorse misurate e indicate a cielo aperto si trovano a 59,15 milioni di tonnellate di solfuro di nichel allo 0,33%, 0,11% di rame, 0,01% di cobalto, 0,03 grammi di palladio per tonnellata, 0,06 grammi di platino per tonnellata e 0,04 grammi di oro per tonnellata.

Le risorse indicate per la miniera sotterranea contano 54,59 milioni di tonnellate con lo 0,58% di solfuro di nichel, 0,18% di rame, 0,01% di cobalto, 0,05 grammi di palladio, 0,10 grammi di platino e 0,07 grammi di oro.

Settimana scorsa, l’azienda ha spedito 11.121,44 tonnellate di concentrato di nichel, la più grande quantità che ha venduto finora quest’anno, e che ha portato le esportazioni annuali a oltre 80.000 tonnellate.


Apri la chat