Le impennate dei prezzi di una serie di prodotti ferrosi, tra cui acciaio, minerale di ferro e coke, a partire dal mese di aprile, hanno ulteriormente diviso le fonti del mercato dei ferrosi dentro e fuori la Cina sulle loro opinioni in merito alla possibilità di tagli alla produzione di acciaio cinese, nonostante le ripetizioni di Pechino, poiché la domanda di acciaio sia dentro che fuori la Cina è stata robusta e i margini dell’acciaio sono stati elevati.

Il Ministero dell’Industria e della Tecnologia dell’Informazione cinese ha ribadito alla fine di gennaio di tagliare la produzione di acciaio grezzo del paese su base annua per il 2021, ma in netto contrasto, la produzione di acciaio grezzo del paese è aumentata del 15,6% o di 37 milioni di tonnellate su base annua a 271 milioni di tonnellate nel periodo gennaio-marzo, e la produzione nazionale potrebbe crescere di altri 10 milioni di tonnellate su base mensile per aprile.

La robusta produzione di acciaio fino ad aprile, quindi, ha seriamente diviso le fonti del mercato siderurgico in due gruppi: uno crede che Pechino effettuerà i tagli previsti mentre l’altro mette seriamente in discussione come sia possibile farlo ora che la domanda e i prezzi dell’acciaio hanno entrambi lavorato contro un taglio della produzione, e le acciaierie cinesi hanno sfornato quanto più acciaio grezzo possibile.

Alcune fonti di mercato hanno aggiunto che tutti questi prezzi da record dovrebbero alimentare ulteriormente l’entusiasmo nel mercato cinese dei materiali ferrosi, rendendo ancora più difficile per Pechino raffreddare la frenesia della produzione di acciaio grezzo.

Le impennate dei prezzi dell’acciaio e i margini più alti dell’acciaio ispireranno anche le acciaierie nel resto della Cina ad aumentare ulteriormente la loro produzione, magari utilizzando più rottami.

Nel lungo periodo, la riduzione delle emissioni di carbonio nell’industria siderurgica può essere raggiunta attraverso l’adozione di nuove tecnologie come la metallurgia dell’idrogeno, ma ridurre la produzione di acciaio è una soluzione immediata per vedere alcuni risultati, e in questo aspetto, la Cina ha già fatto un processo utilizzando minerale di ferro di qualità superiore e più rottami.

Molte fonti di mercato in Cina, pur ammettendo che il taglio della produzione di acciaio nelle circostanze attuali appare molto impegnativo, credono ancora fortemente che l’obiettivo sarà raggiunto entro la fine del 2021.

Pechino non lo avrebbe ripetuto se non fosse determinato, e finché vuole, può anche comandare a tutte le aziende siderurgiche cinesi di chiudere.


Apri la chat