Tra il 26 marzo e il 1° aprile, i commercianti cinesi di acciaio hanno visto le loro scorte di acciaio finito diminuire ulteriormente, con un calo di 1,6 milioni di tonnellate a settimana, più rapido rispetto al calo di 1,5 milioni di tonnellate della settimana precedente, soprattutto a causa dell’ulteriore rafforzamento della domanda.

Le scorte detenute dai commercianti in 132 città a livello nazionale si sono assottigliate del 5,1% rispetto alla settimana, fino a 29,7 milioni di tonnellate al 1° aprile.

Le scorte di tondo per cemento armato e vergella sono state le più basse tra i cinque principali articoli in acciaio, con un calo di 821.900 tonnellate e 393.200 tonnellate rispettivamente a 16,3 milioni di tonnellate e 5,4 milioni di tonnellate nello stesso periodo.

Il calo delle scorte si è verificato in un contesto di produzione stabile dell’acciaio, con una produzione totale dei cinque prodotti siderurgici in calo di appena 22.000 tonnellate a 10,5 milioni di tonnellate nel periodo 25-31 marzo.


Apri la chat